Termine di referendum: 30 marzo 1981

# S T #

Legge sull'alcool

Modificazione del 19 dicembre 1980

L'Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l'articolo 32bis della Costituzione federale; visto il messaggio del Consiglio federale dell'I 1 dicembre 1978 1), decreta:

I La legge del 21 giugno 1932 2> sull'alcool è modificata come segue: Capo quinto: Commercio delle bevande distillate Art. 39 Esercita il commercio di bevande distillate chi le vende, procura o altrimenti fornisce verso compenso.

2 È considerata commercio anche la fornitura gratuita a scopo pubblicitario. Sono eccettuati i regali consegnati a una cerchia determinata di persone.

3 Per commercio all'ingrosso s'intende qualsiasi fornitura a rivenditori e a imprese che impiegano bevande distillate nell'elaborazione dei loro prodotti.

4 Ogni altra forma di commercio, compresa la mescita, è considerata commercio al minuto.

i. Definizioni

1

n. obbligo

1

d'autorizzazione

Art. 39a II commercio delle bevande distillate è subordinato ad auto-

rizzazione.

2

II produttore che ottiene le sue acquaviti esclusivamente con prodotti propri o con materie prime raccolte per sua cura allo o FF 1979 I 53 " RS 680 1980 -- 964 93

Foglio federale 1980, Voi. Ili

1445

Legge sull'alcool

stato selvatico nel paese e non spaccia acquavite da consumare sul posto né ne acquista per farne commercio, non deve ottenere un'autorizzazione : a. per le vendite a titolari di un'autorizzazione di commercio; b. per altre vendite, se fornisce volta per volta all'acquirente almeno cinque litri della medesima sorta e se non vende complessivamente più di 400 litri d'acquavite all'anno.

3 II Consiglio federale può dispensare dall'obbligo d'autorizzazione ed eccettuare da altre disposizioni del presente capo il commercio di derrate alimentari contenenti soltanto una minima quantità di bevande distillate, come pure quello di altri prodotti alcolici la cui fornitura è retta da disposizioni speciali.

m. commer-

Art. 40 Per l'esercizio del commercio all'ingrosso occorre una licenza

1

cio all'in-

grosso

11 · della Regia.

1. Condizioni

2

.

Le licenze per il commercio ali ingrosso sono rilasciate a persone giuridiche, a società commerciali e a ditte individuali che sono iscritte nel registro di commercio.

3 D rilascio della licenza è inoltre subordinato alla condizione che il titolare della ditta o la persona da questa designata responsabile del commercio di bevande distillate: a. abbia l'esercizio dei diritti civili, goda buona reputazione e sia domiciliata in Svizzera; b. possegga le cognizioni professionali necessarie e offra garanzia di una gestione ineccepibile.

4

La Regìa può rifiutare la licenza per il commercio all'ingrosso se, nel quinquennio precedente, il richiedente o la persona designata responsabile è stata punita per infrazione grave o, ripetutamente, per infrazioni alla legislazione federale su l'alcool, l'assenzio o le derrate alimentari oppure alle prescrizioni cantonali sul commercio al minuto delle bevande alcoliche.

5 La Regìa revoca la licenza per il commercio all'ingrosso se una delle condizioni di rilascio non è più adempita. Essa può revocarla se interviene un motivo di rifiuto.

2. Tassa

1446

Art. 40a * La licenza è rilasciata per un anno civile, previo versamento di una tassa di 300 franchi.

2 Se il titolare della licenza gestisce diversi punti di vendita o di fornitura di bevande distillate, la tassa dev'essere versata per ognuno di essi.

Legge sull'alcool 3

In caso di notevole modificazione delle circostanze, il Consiglio federale può corrispondentemente aumentare o ridurre la tassa.

IV. Commercio al minuto 1. Divieti

Art. 41 1 Sono vietate le seguenti forme di commercio al minuto di bevande distillate: a. commercio ambulante ; b. vendita nelle vie e piazze accessibili a tutti, eccetto nelle adiacenze degli esercizi pubblici se la patente cantonale lo prevede; e. vendita di porta in porta ; d. ordinazioni collettive; e. visite ai consumatori, senza loro invito, per raccogliere ordinazioni ; f. vendita mediante distributori automatici accessibili a tutti; g. vendita a prezzi che non coprono i costi, eccettuate le realizzazioni di beni ordinate dall'autorità; h. vendita con aggiunte o altre convenienze per allettare il consumatore ; i. consegna a fanciulli e ad adolescenti minori di 18 anni; k. consegna gratuita, a scopi pubblicitari, ad una cerchia indeterminata di persone, segnatamente distribuzione di campioni o organizzazione di degustazioni.

2 L'autorità competente può tuttavia autorizzare deroghe per : a. la mescita nelle vie e piazze accessibili a tutti in occasione di manifestazioni pubbliche; b. la vendita a prezzi che non coprono i costi, in caso di cessazione dell'attività commerciale o per altri gravi motivi; e. la consegna gratuita, a scopi pubblicitari, ad una cerchia indeterminata di persone, in occasione di fiere ed esposizioni ospitanti il commercio degli alimentari.

Art. 41a

2. Commercio al minuto entro i confini cantonali

1

Per l'esercizio del commercio al minuto entro i confini cantonali occorre una patente rilasciata dall'autorità cantonale.

2 Chi gestisce più punti di vendita o di fornitura deve avere una patente per ognuno di essi.

8 Possono essere ammessi a esercitare il commercio al minuto delle bevande distillate i produttori d'acquavite, gli esercizi pubblici, compresi i servizi di ristorazione negli aeromobili, sui treni e sui battelli, le aziende del commercio dei vini e dei liquori, gli spacci franchi, le farmacie e le drogherie come pure i negozi che

1447

Legge sull'alcool offrono un vasto assortimento di derrate alimentari, bevande analcoliche comprese.

4 Nei negozi servisol l'area di vendita riservata alle bevande distillate dev'essere separata dal resto del locale di vendita mediante una costruzione confacente o qualsiasi altra sistemazione appropriata. Nella medesima area possono essere venduti anche altri alcolici. Laddove le condizioni di spazio non consentano una separazione, le autorità competenti possono prevedere deroghe.

5 È riservata la competenza dei Cantoni di sottoporre il commercio al minuto a restrizioni supplementari richieste dal bene pubblico.

6 Per il rilascio della patente i Cantoni riscuotono una tassa il cui importo è fissato secondo il genere e l'importanza dell'azienda.

Art. 42 3. Gommer* Per l'esercizio del commercio al minuto oltre i confini cantonali cio al"confini occorre. °'tre alla patente del Cantone dove si trova la sede cantonali commerciale, un permesso federale rilasciato dalla Regìa.

2 Se le bevande distillate sono fornite da un punto di vendita o di fornitura fuori del Cantone di sede, per questo punto è necessaria anche la patente del Cantone interessato.

3 II permesso federale di commercio al minuto è rilasciato per un anno civile, previo pagamento di una tassa di 2000 franchi.

In caso di notevole modificazione delle circostanze, il Consiglio federale può corrispondentemente aumentare o ridurre la tassa.

4 La Regia revoca il permesso se il titolare non possiede più la patente cantonale per il commercio al minuto. Essa può inoltre rifiutarlo o revocarlo per i motivi indicati nell'articolo 40 capoverso 4.

5 II permesso federale di commercio al minuto non è necessario se, in ogni Cantone in cui le bevande distillate vengono fornite, è stata ottenuta la patente cantonale.

Art. 42a

v. Prescricontrono

1448

1

Chiunque esercita il commercio di bevande distillate deve: a - procedere di volta in volta alle iscrizioni richieste, conformemente alle prescrizioni della Regìa; b. dare agli agenti incaricati dell'esecuzione della presente legge libero accesso ai locali di vendita e ai magazzini, fornir loro le informazioni necessarie, mostrar loro le riserve e

Legge sull'alcool consentir loro di esaminare i libri di commercio e i documenti giustificativi.

2 Le iscrizioni del titolare di una licenza per il commercio all'ingrosso o di un permesso federale di commercio al minuto devono indicare le entrate, le uscite e le riserve di bevande distillate secondo la sorta, la provenienza, la quantità e il tenore alcolico, come pure i nomi dei fornitori e degli acquirenti.

3 Le iscrizioni del titolare di una patente cantonale per il commercio al minuto devono indicare le entrate di bevande distillate secondo la sorta, la provenienza, la quantità e il tenore alcolico, come pure i nomi dei fornitori.

vi. Limitapubblicità

Art. 42b La pubblicità per le bevande distillate, con la parola, l'immaS'ne ° il suono Puo contenere soltanto indicazioni o rappresentazioni che si riferiscono direttamente al prodotto e alle sue proprietà.

2 Le indicazioni di prezzo sono ammesse soltanto sulla mercé, nei e sui locali di vendita, come pure sui listini consegnati alla clientela nel negozio o indirizzatile a domicilio. Sono vietati i confronti di prezzi e la promessa di aggiunte o di altre convenienze.

3 La pubblicità per le bevande distillate è vietata : a. alla radio e alla televisione; b. in e su edifici o parti di edifici destinati ad usi pubblici, come pure nella loro area ; e. in e su mezzi pubblici di trasporto; d. sui campi sportivi e in occasione di manifestazioni sportive; e. in occasione di manifestazioni cui partecipano soprattutto fanciulli e adolescenti o che sono organizzate precipuamente per loro ; f. nelle aziende che vendono medicinali o la cui attività consiste essenzialmente nel salvaguardare la salute; g. sugli imballaggi e sugli oggetti d'uso che non contengono bevande distillate o non hanno nessuna connessione con esse.

4 È vietato organizzare concorsi che servono da pubblicità alle bevande distillate, ne presuppongono l'acquisto o ne prevedono la distribuzione a titolo di premi.

1

Art. 43

vii. Coordi-

La Regìa promuove il coordinamento fra i Cantoni nel disciplinamento del commercio al minuto.

1449

Legge sull'alcool

II. Proventi dai permessi federali di commercio al minuto

V. Inosservanza delle prescrizioni concernenti il commercio e la pubblicità

Art: 46 I proventi delle tasse annuali per i permessi federali di commercio al minuto sono ripartiti fra i Cantoni. La ripartizione si fa secondo il modo previsto per la parte spettante ai Cantoni dei proventi netti dell'imposizione fiscale delle bevande distillate.

Art. 57 1 Chiunque, intenzionalmente o per negligenza, a. senza la necessaria autorizzazione federale o in qualsiasi altro modo contrario alle prescrizioni, esercita il commercio all'ingrosso o, oltre i confini cantonali, il commercio al minuto; b. disattende le prescrizioni di controllo, è punito con la multa fino a 5 000 franchi. Per infrazioni di poca entità la sanzione può restringersi all'ammonimento, se del caso con spese a carico del contravventore.

2 Chiunque, intenzionalmente o per negligenza, a. contravviene alle prescrizioni concernenti la limitazione della pubblicità; b. disattende, nel commercio al minuto, i divieti di commercio previsti dall'articolo 41, è punito con la multa fino a 10 000 franchi.

3 L'emanazione di disposizioni penali per infrazioni ai disposti dell'articolo 41a capoversi 1 e 2, come anche il procedimento e il giudizio per siffatte infrazioni e per le violazioni, nel commercio al minuto cantonale, dei divieti di commercio previsti dall' articolo 41 incombono ai Cantoni.

Art. 59 cpv. 2 2 Riservato l'articolo 57 capoverso 3, la Regìa è l'autorità amministrativa incaricata del procedimento e del giudizio; al riguardo, essa agisce come servizio dell'amministrazione federale.

II 1 La presente legge sottosta al referendum facoltativo.

2 II Consiglio federale ne determina l'entrata in vigore.

Consiglio degli Stati, 19dicembre 1980 Consiglio nazionale, 19dicembre 1980 II presidente: Hefti II presidente: Butty II segretario: Sauvant II segretario: Koehler Data di pubblicazione: 30 dicembre 19801 ' Termine di referendum: 30 marzo 1981 " FF 1980 III 1445

1450

Schweizerisches Bundesarchiv, Digitale Amtsdruckschriften Archives fédérales suisses, Publications officielles numérisées Archivio federale svizzero, Pubblicazioni ufficiali digitali

Legge sull'alcool Modificazione del 19 dicembre 1980

In

Bundesblatt

Dans

Feuille fédérale

In

Foglio federale

Jahr

1980

Année Anno Band

3

Volume Volume Heft

52

Cahier Numero Geschäftsnummer

---

Numéro d'affaire Numero dell'oggetto Datum

30.12.1980

Date Data Seite

1445-1450

Page Pagina Ref. No

10 113 365

Das Dokument wurde durch das Schweizerische Bundesarchiv digitalisiert.

Le document a été digitalisé par les. Archives Fédérales Suisses.

Il documento è stato digitalizzato dell'Archivio federale svizzero.